Profili violati su Facebook

Per il momento i più colpiti sono gli abitanti di Regno Unito e Francia, ma il problema potrebbe presto interessare altri stati.

Secondo Securalert, si tratta di un malware pericoloso e già noto agli esperti di sicurezza informatica, ma è la prima volta che viene utilizzato su larga scala. Questa “nuova” variante del worm Ramnit sottrae agli ignari utenti tutti i codici d’accesso, per rubare le credenziali del login di Facebook.

In un recente passato questo pericoloso virus era stato utilizzato persino da organizzazioni criminali, per violare i conti correnti online: infatti, gli esperti hanno scoperto che con «Ramnit» erano stati infettati circa 800.000 computer (da settembre a dicembre 2011).

Il potere virale dei vari social network può essere manipolato e causare notevoli danni. Fate attenzione, perchè i cybercriminali stanno approfittando
del fatto che gli utenti tendono a utilizzare la stessa password in vari servizi web, come Facebook, Gmail, etc.

Il virus si diffonde attraverso link malevoli: un messaggio chiede di cliccare su un indirizzo, magari con la scusa di essere stati taggati in una foto,
e una volta effettuato il collegamento, il malware inizia a rubare i dati.

Per questo articolo ho preso spunto dal corriere.itblog.seculert.com